Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for agosto 2006

poeticopost

Pinta il sogno di una pinta di fine estate

Morale: questa

Read Full Post »

disgustata

Rete Moratti conferma la trattativa: Ronaldo all’INTER.

della serie facciamoci del male.

nobile virtù il soffrire.

perseverare nel dare capocciate al muro però è disarmante.

Morale: no comment

Read Full Post »

uffà!

Giro2_1  ecco.

mi sono incartata.

pure questa volta.

Read Full Post »

Ruoli.

Ognuno ne ha uno.

Tra gli amici, in famiglia, nel lavoro.

Ognuno cambia a seconda delle situazioni.

E’ un periodo che mi sento un difensore.

Sempre attenta.

Seguo il gioco.

Non lo dirigo.

A volte lo condiziono, magari.

Vigile a che nessuno mi faccia del male.

Cerco di schivare i colpi.

Di evitare che vengano inferti.

Quando succede, però corro ai ripari.

So difendermi.

A volte vorrei abbassare la guardia.

Se solo ci fossero attaccanti interessanti.

L’anno prossimo mi iscrivo al fantacalcio.

Read Full Post »

elaborato

Aladin_2C.R.A.Z.Y.
Pazzi?
non sarete pazzi per niente se andrete a vedere , nei prossimi giorni ,(consiglio una buona domenica sera) questo film del regista canadese Jean Marc Vallée, alla sua opera prima a quanto google mi ha fatto sapere.
il titolo è l’acronimo del nome dei protagonisti (Christian, Ramones, A(mi manca), Zac, Yvan),e di una canzone omonima, di patty kline (che avrei voluto postare, ma che su youtube non c’è).
in realtà i veri protagonisti del film, possono essere considerati in 4:
Zac, impegnato a rinnegare la sua "diversa" identità
Il papà, stereotipo dell’uomo virile, burbero ma dal cuore tenero, con una passione forsennata per Aznavour  e per la Kline di cui sopra.
la mamma di tutti: un personaggio bello e dolce
Il fratello maggiore: Ramones, bello e dannato
di più non vi dico perchè io detesto che mi si racconti la trama di un film
le cose belle davvero sono:
la colonna sonora: i Pink floyd di Dark side on of the moon (1973 spicca, great GIG in the sky, v. post "POSTFILM), i Rolling Sone, I Jefferson Airplain, e su tutte Space Oddity.
il protagonista:col suo look alla sid vicious
l’ambientazione: anni ’60/’70 (lo dico sempre che avrei dovuto nascere in un’altra età e in un’altra parte del mondo)
la storia diverte e a tratti commuove.
non spicca per particolare originalità di temi trattati (c’è tutto il sesso,droga e rock ‘n roll di quegli anni), ma la resa è pregevole davvero.
tutto è bene quel che finisce bene.
2 scene meritano un plauso:
1. il canto onirico (perchè immaginato) in chiesa dei fedeli al suono di simphaty for the devil (beggars banquet-1968)
2. Zac che canta allo specchio (truccato come Bowie sulla copertina di Aladdin sane-1973 v. immagine) con tutto il fiato che ha in gola "space oddity"…mi sembrava di riconoscere qualcuno che conosco a fondo…
Morale: io ci andrei.

Read Full Post »

Eccezioni.

Non preferisco le voci femminili.

Difficile che le ascolti.

Ma quando lo faccio, scelgo il meglio. Per me.

Muovete i piedini,

schioccate le dita,

Ladies and gentleman,

ella.

Read Full Post »

mi sveglio
all’alba.
fa freddino
la camicia da notte è leggera.
indosso la maglia.
fa più caldo
lavo i capelli.
grondo.
faccio la doccia.
si sta meglio.
accendo la radio
fuori pare faccia freddo, 15 gradi, dice lui.
mi vesto più pesante.
esco
indosso pure il foulard.
sto bene.
adesso?
arigrondo.
"Anto’, fa caldo"
Morale: come direbbe la mamma di Misia: "vestitevi a cipolla".
è sempre di stagione, come questa

Read Full Post »

Older Posts »