Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2007

scrivendo

In queste parole potete leggere tutto quello che volete.

La lettera di un innamorato o un biglietto galante, le scuse che avete dato e quelle che non vi hanno posto. Una sana risata o uno di quei pianti a fontanone.

Potete trovarci il bisogno di scappare o la necessità di restare, magari trovarci scritto ancora buon natale o un più tempestivo buon anno,

io provo a leggerci qualcosa che non c’è e sfogo la fantasia.

Annunci

Read Full Post »

purpurì (!) musicale e prenatalizio

Perdo tempo (a fare la valigia e infilarci dentro i regali di natale)

ma tutto sommato mi sento bene
Penso che andrò fuori a passeggiare e comprerò un arcobaleno

(conosco un posticino dove ne vendono di bellissimi anche col cielo uggioso che fa tanto Brianza velenosa)
Sorrido, sono libero, sono libero in tutto

(A parte il trolley, i libri, l’ipod e la borsa)
Così forse domani troverò la mia strada di casa

(conto, contiamo, di trovarla oggi)
Così forse domani troverò la mia strada di casa

(strada ferrata..trasposto bestiame che si muove verso il sud

posto in piedi prenotato_giuro che è vero!)

Torniamo verso casa, ad attenderci tavolate immense,

tradizione caslinga e casereccia.

Anche questo è natale.

Ringraziamo gli Stereophonics che hanno fornito le parole che mancavano,

conto di trovarne altre che servano allo scopo:

cercare di confondere coi sorrisi le vostre menti,

oggi, domani e nei prossimi giorni.

Noi partiamo,

buon viaggio

Welcome back to everybody

(disse Mick Jagger salutando un circo l’11 dicembre del 1968)

…da quel circo lascio una stella:

Read Full Post »

Wishlist

(ovvero elenco sommario e semiserio di piccoli desideri e grandi impossibilità elaborato dalla mia mente alle 6,43 di questa mattina, mentre dal balcone l’operaio pitturava la mia persiana e al piano di sopra Michele La Peste provava la sua nuova macchinona telecomandata)

 

Vorrei:

 

ascoltare musica nuova

finire il mio libro per cominciarne un altro

avere la vespa parcheggiata sotto casa

cancellare una cosa sola dal mio passato

vedere Nick Drake in concerto

ridare a Cristiano quello che ieri ha perso

vedere più spesso la mia amica romana

smettere di accettare il bis a cena

saper far funzionare la radio dell’Ipod

conoscere il più bravo preparatore di meringhe

fare un tuffo in una piscina di cannella

e soprattutto

riuscire a riaddormentarmi.

Read Full Post »

Ultime da New York.

Crollo verticale delle vendite natalizie nella Grande Mela.


Illustri economi di tutto il mondo si stanno arrovelando su come ciò sia possibile nonostante la presenza delle due sorellastre che hanno fatto di fuoco la loro carta di credito…

…..soprattutto la biondina, quella sì che ha fatto parecchi danni.
Stando a fonti non ufficiali, è stato solo grazie alla presenza della sorella mora (tra l’altro, ingiustamente ormai nota per le sue spese folli e insensate…tiemp’ bell’ e’ na’ vota, secondo lo slang di provenienza) che la suddetta biondina non è stata arrestata per svuotamento coatto e compulsivo dei negozi di new york.
le signore della fifth ringraziano e augurano Buon Natale….sorry, Merry Christmas.

PS: pare, inoltre, che grande gioia si sia diffusa tra i cittadini stelle e strisce per l’assenza di una terza femminuccia, di cui si conoscono solo le iniziali L.L., nota svaligiatrice di negozi di dischi, soprattutto rarità a prezzi ribassati.
Ma…….cari Newyorchesi, tremate, quanto prima le temerarie ritorneranno all’attacco e per giunta in compagnia della misteriosa L.L.!

Altro che Occhi di gatto…

Read Full Post »

una pinta d’inchiostro*

Gli ingredienti talvolta ci sono tutti.

C’è il caos, la tangenziale e 1 h e mezza per 7 km,

c’è l’autobus rotto e l’autista che si sente a Daytona…

Poi ci sei tu,

vestita da signorina buonasera in Coriandoli,

manca la parrucca e soprattutto manca il rossetto che fa un pò troia,

niente scollatura…s’è perso il davanzale adatto…dalla nascita!

Pensi che ci sei, sei al limite

i regali son saltati, quel libro pure..

Le calze te le strapperesti

e le tue mutande non son proprio pompea che non stressano.

Poi però fai caso a George Harrison che continua a ripeterti qualcosa sul sole

e anche che va tutto bene,

allora torni a casa, accendi una sigaretta e stappi una birra..anche due..

lì, nel silenzio di una radio a palla rifletti sul fatto che

non hai pù voglia di ricordare a chi piscia in piedi,

che deve farlo senza tavoletta e che il rotolo va cambiato,

e ti dici, come hai già detto, che per vivere sola in una casa tua

tu, un anno della tua vita lo baratteresti…

Ti guardi allo specchio,

ci vuole una doccia (liberate quel cesso di bagno?),

ancora un sorso di birra,

ti guardi…

quando la soluzione non si trova sai che c’è?

‘sti gran cazzi!

*titolo mutuato da un romanzo di Flann O’Brien..almeno in parte. (musica di accompagno e direttamente da New York..finalmente MIEI!!!)

Read Full Post »

Decalogo

oggi mi son detta

Lascia che la musica ti faccia da guida

Houses of di holy_ Led Zeppelin

le ho prese a caso..10 canzoni..

questa è la mia strada di oggi:

1. La paura è nella tua Testa/Solo nella tua Testa
Così dimentica la tua Testa /E sarai Libero

Fill your heart _David Bowie

2. Ma sarebbe meglio se tu tirassi il tuo anello di diamanti,

sarebbe meglio se lo impegnassi, piccola

Like a rolling stones_Bob Dylan

3. tu/ dolce e unica/ tu sperduta e sola/ tu/ misteriosa come gli angeli /

danzando negli oceani più profondi
confondendoti nell’acqua /sei come un sogno…

Just like Heaven_Cure

4. Non puoi avere sempre ciò che vuoi
Ma se cerchi bene a volte potresti proprio trovare

You Can’t Always Get What You Want_Rolling Stones

5. Respira, respira all’aria aperta
e non aver paura di desiderare

Breathe_Pink Floyd

6. Venite! Con un colpo di giro del mondo andiamo/

Danzando con il cavaliere illuminato dalla luna,

Dancing With The Moonlight Knight_Genesis

7. cos’altro ci rimane da fare
Se non tirare giù il finestrino
E lasciare che il vento spinga
Indietro i tuoi capelli

Thunder Road_Bruce Springsteen
8. Di sicuro vorrei essere nella mia casa
Non mi importa di quello che i vicini potrebbero dire
Ti amerei tutti i giorni, proprio tutti

Good Time, Bad Time_ Led Zeppelin

9. Non essere sentimentale
Finisce sempre in stupidaggini
Un giorno Mi cresceranno le ali
Una reazione chimica

Let down_Radiohead

10. E adesso aspetterò domani

Se ti tagiassero a pezzetti_Fabrizio De Andrè

..che mi tornano le PUPE!!!!

Read Full Post »

Caro nemico ti scrivo…e mi descrivo

Poche sono le cose così povere di fascino nella vita come l’inoltrare il proprio curriculum vitae a qualcuno, azienda o persona fisica che sia, accompagnandolo con una lettera di presentazione.

Gentilechiseitu, questa sono io, nella vita (breve o lunga, leggera o pesante dipende dai singoli), finora ho fatto questo non avendo potuto fare altro..

In riferimento a quanto in oggetto, avrei da aggiungere questo paio di informazioni.

Ho tanta voglia di imparare o devo farmela venire per forza; questa è la mia faccia (la foto l’ho scelta apposta) e se volete, mi faccio prestare una giacca, mi accollo 12/36 ore di mezzi pubblici per raggiungervi e per ripetervi le stesse cose che stanno scritte sul mio cv: che cioè sono tizia nata in un stanza d’ospedale di una qualsiasi posto nel mondo, che a scuola ho fatto questo e all’università più o meno la stessa cosa, che sono stata brava per certi versi e meno per altri, che di lavoro faccio cose che gli umani non potrebbero immaginare o che almeno io, da umana, non potevo immaginare di fare…e questo è tutto.

Cosa mi aspetto di trovare? niente, lo stipendio a fine mese, sulle coordinate bancarie che prontamente vi inoltrerò, per ritornare a Berlino e pagarmi l’affitto (questa è storia che puzza di già detto)..investire nella musica e su un nuovo lettone da occupare con un libro tra le mani. Non so se son capace di brainstorming, ma se è possibile proverei a pensare a idee staordinarie dopo aver ingerito gli spinaci di Braccio di Ferro. Credo di riuscire a interloquire con qualcuno senza azzannarlo alla giugulare e che la forza del gruppo sia nel fatto che ognuno è capace di avere una vita sociale indipendentemente dal posto in cui lavora.

Non vi parlo dei miei interessi perchè ve ne frega poco, ma se proprio ci tenete, vi dirò che vado al cinema a vedere film di cui non vi importa, che leggo libri di cui vorrei scrivere io e che ascolto musica in completa collisione di generi.

So cose che mi fanno sentire autistica e altre che se anche la società conosce, io ignoro. La fede politica non è cosa che debba essere oggetto di conversazione, quella calcistica nemmeno.

Non posseggo neanche un tailleur, ma ho uno splendido vestito nero, che le amiche dicono mi stia a pennello e che potrei ricicciare per qualche vostra inutile riunione cui presenzierò.

Al massimo potrei chiamare qualcuno e, smerciandogli una certa qual cifra, vi potrei far dire che in fondo sono un essere meraviglioso.

Però per piacere, non fatemi compilare form e non aspettatevi che dica qualcosa di intelligente, perchè certe volte, e oggi scrivendo queste cose, mi sento stupida.

cordialità

Read Full Post »

Older Posts »