Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for maggio 2008

30 maggio, Santa Giovanna d’Arco

Il termine coraggio deriva dal latino coraticum (aggettivo derivante da cor-cordis, cuore); è la virtù umana, spesso indicata anche come fortitudo o fortezza, che fa si che chi ne è dotato non si sbigottisca di fronte ai pericoli, affronti con serenità i rischi, non si abbatta per dolori fisici o morali e, più in generale, affronti a viso aperto la sofferenza, il pericolo, l’incertezza e l’intimidazione. In linea di massima, si può distinguere un “coraggio fisico”, di fronte al dolore fisico o alla minaccia della morte, da un “coraggio morale”, di fronte alla vergogna e allo scandalo.

Lei per scelta non si è mai sposata, legando la propria esistenza ad una sola persona, per sempre.

Lei ancora sostiene e sorride, tiene duro nonostante tutto.

Lei strenuamente si sforza di ricordare chi era prima e in parte ancora oggi (per fortuna, n.d.r.).

Lei lotta ogni giorno per continuare a credere in se stessa, nella sua terra, nel suo lavoro.

Lei da due anni passeggia nel suo mondo, aggrappata a due stampelle.

Lei salirà sul palcoscenico col suo tutù rosa tutta tremante.

L’altra ha deciso di non parlare..che per ora va bene così.

 

Tutte queste persone in una sola, una donna per tutte.

Annunci

Read Full Post »

mea culpa

ho passato mesi ad avercela con lui

a dire che in fondo aveva torto,

che non era vero, che quello che si è, è sufficiente

e ce n’è di più.

mesi a guardarlo e a dire che no

non è vero

mesi, a leggerlo e a dire che no

non è vero.

ne ero convinta di una granitica convinzione

no sbaglia,sbaglia, sbaglia

…fino a stasera.

ho sbagliato io,

ha ragione Supertramp

la felicità e le ansie cosmiche

sono vere solo se condivise,

ma con le persone che ami.

…e forse lo capisci quando avevi bisogno di avere fisicamente lì,

occhi, occhiali,mani e voci, proprio lì con te,

a dirti: stai tranquilla, mentre ti tremavano le gambe nei pantaloni neri.

si, la condivisione….del proprio territorio emozionale

che ognuno ha la sua alaska da vivere e da scoprire,

ma non da soli.

Read Full Post »

Read Full Post »

l’angelus de noartri

“Quando lo vide leggere solo con gli occhi, lui, che invece sapeva leggere solo ad alta voce, ne rimase stupito, perchè non sapeva che fosse possibile farlo anche in silenzio”

I protagonisti di questa buona novella (e qui ci sta tutta) sono 2 santi. Uno, quello che leggeva solo ad alta voce, S. Ambrogio (povero Simmaco!), l’altro, il silente, San Girolamo, che come mi insegnano, ha spesso accanto a sè il leone (giusto?).

Non sono diventata asceta, non credo almeno, ma la storia, che ho letto inserita in un contesto completamente diverso dalle sante vite, mi ha molto colpita.

Perchè? perchè guardo sempre con curiosità quello che i miei vicini di autobus leggono, perchè voglio sempre sapere gli amici miei cosa leggono, e perchè oggi sono passata in libreria a compare un cd di giorgio gaber, che invece legge cantando col microfono.

E allora ripensando a questa storia, mi son chiesta se c’aveva ragione sant’Ambrogio, che sapeva leggere solo ad alta voce, ma dava forza col volume a quello che leggeva , o se invece c’aveva ragione l’altro, che mi sta pure più simpatico, che invece leggeva solo con gli occhi, e non dava fastidio, e era, questo è indubbio, meno acusticamente inquinante, anzi per niente.

Se ha ragione chi parla tanto e a un volume elevato per i sordi, o se invece la stessa forza ce l’ha chi è discreto e non rompe le palle a nessuno.

Insomma can che abbaia non morde? e come fa a mordere se sta con la bocca chiusa?

Read Full Post »

profetico

Mi chiamo Andrea Michele Vincenzo Ciro Pazienza, ho ventiquattr’anni, sono alto un metro e ottantasei centimetri e peso settantacinque chili. Sono nato a San Benedetto del Tronto, mio padre è pugliese, ho un fratello e una sorella di ventidue e quindici anni.

Disegno da quando avevo diciotto mesi, so disegnare qualsiasi cosa in qualunque modo. Da undici anni vivo solo. Ho fatto il liceo artistico, una decina di personali e nel ’74 sono divenuto socio di una galleria d’arte a Pescara: “Convergenze”, centro di incontro e di formazione, laboratorio comune d’arte. Sempre nel ’74 sono sul Bolaffi. Dal ’75 vivo a Bologna. Sono stato tesserato dal ’71 al ’73 ai marxisti-leninisti.

Sono miope, ho un leggero strabismo, qualche molare cariato e mal curato. Fumo pochissimo. Mi rado ogni tre giorni, mi lavo spessissimo i capelli e d’inverno porto sempre i guanti.

Ho la patente da sei anni ma non ho la macchina. Quando mi serve, uso quella di mia madre, una Renault 5 verde. Dal ’76 pubblico su alcune riviste. Disegno poco e controvoglia. Sono comproprietario del mensile “Frigidaire”. Mio padre, anche lui svogliatissimo, è il più notevole acquerellista ch’io conosca. Io sono il più bravo disegnatore vivente. Amo gli animali ma non sopporto di accudirli.

Morirò il sei gennaio 1984.
  
   (Andrea Pazienza da Paese Sera, 4 gennaio 1981)

morì qualche anno più tardi..il 16 giugno 1988, oggi però E’ il suo compleanno.

Read Full Post »

Troia! (francesismo d’occasione)

Leggo, rimango basita e mi chiedo:

Stevm’ scars a ‘mbecill’?

Della serie,  mancavano mentecatti?

Ce ne voleva per forza un’altra che dicesse la sua?

Questi i fatti:

Invitata per non so bene quale ragione di pellicola,

l’ex gran topa modella Afef , moglie non so se interista, di Troncetto,

ha pensato bene di vestirsi di personalità (oltre che di armani o forse Ferrè? mi sa la seconda)

e di dire qualche boiata.

Che Gomorra..fa male all’Italia,

che in Francia e all’estero non dovevamo portare quell’immagine del nostro paese

(come se fosse frutto di qualche droga sintetica quell’immagine!)

che son meglio le corna spiritose o i soldati in Afganistan,

meglio quelli in Iraq, o le tette della Loren… questo dovevamo portare.

Alla tronchetta  e a tutti i mistificatori di Roberto Saviano

 (eh ma quello s’è arricchito..sento dire),

ricorderei che probabilmente anche la loro carta da culo

è stata smaltita nelle fertili terra della Campania,

nella splendida mia terra!

Ricorderei che Roberto Saviano, a neanche 30 anni,

vive sottoscorta e non può manco  accattarsi un paio di mutande al mercato (3 pezzi 5 €),

perché lui non  esce senza che si siano fatti i dovuti controlli del caso.

Roberto Saviano con tutti soldi che s’è fatto(!!!)

non è riuscito manco a comprarsi una sfaccimm’e casa  a Napoli, perché

non ce lo vogliono uno minacciato di morte. Dalla camorra!!!

brutta troia di ex modella!

 

Read Full Post »

L’anima che dispensa

L’anima che dispensa
furlana e rigodone ad ogni nuova
stagione della strada, s’alimenta
della chiusa passione, la ritrova
a ogni angolo più intensa.

La tua voce è quest’anima diffusa.
Su fili, su ali, al vento, a caso, col
favore della musa o d’un ordegno
ritorna lieta o triste. Parlo d’altro,
ad altri che t’ignora e il suo disegno
è là che insiste do re la sol sol

(Eugenio Montale, Le occasioni)

Read Full Post »

Older Posts »