Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for febbraio 2009

fossi un ex SS…

il mio conto è in rosso
quindi posso rimanere fedele alla mia bandiera…
almeno quello che n’è rimasto.

Read Full Post »

cambio d’abito.

Un blog è uno spazio pubblico, possono venirci tutti,

ci son quelli che ce piace e quelli che nun ce piace,

quelli delle cazzate e quelli delle cose talmente tanto serie, che pensi:

ma questi ridono mai?

quelli lasciati dall’amante,e quelli a cui non la dà nessuno,

quelli che c’hanno così tanto sentimento che ti cascano le palle che non c’hai,

quello che ti fanno sentire un pollo pronto a far vendetta dei suoi simili… ma a morsi.

Di tutti i tipi insomma, anche troppi.

Qualche volta un blog deve però fare altro,

deve sensibilizzare le coscienze forse..o deve almeno render noto il fatto,

che poi dietro a un blog, c’è la gente,quella che c’ha una vita normale,

c’è quella che c’ha il ciclo, ci son quelle che vanno in piscina,

quelle innamorate, quelle che forse no, quelle che non è il caso e quelle che non vanno a Genova.

Un pò tutte, bionde e castane, tutte miopi questo è certo!

Ci sono le persone dietro ai blog. Gia’.

Ci son quelle che c’hanno un lavoro, quelle che ce l’hanno in giro per tutta Roma,

e quelle che fanno le precarie, e fra un mese se ne vanno a casa a fare la calza.

Poi ci sono le persone che magari un blog non ce l’hanno,

e fra poco manco un lavoro.

Per gli esuberi di chi esubera con me, e per tutti quelli, che dio non voglia, esuberino mai,

la testata di questo blog per un pò cambia faccia, e sta con me e i miei colleghi.

Grazie a tutti.

Read Full Post »

testa sul cuscino

penso che quando senti qualcosa sfuggirti dalle mani,

poi si crea un’insana tendenza ad aggrapparcisi.

…almeno a me succede.

Read Full Post »

TIFAAAAAAAAAA!

Read Full Post »

punto.

Stasera cercavo una canzone, una canzone che parlasse di decenza,

che ne parlasse in un privato che non ne mostra e in un pubblico che non ne ha idea.

Dopo un pò ho smesso.

Ho smesso perchè oggi non ne ho vista di decenza  intorno e domani non ne leggerò dai giornali,

e di certo non ne vedrò dietro alle scrivanie con sedia in pelle,

mi è sembrato inutile, non ho voluto continuare a cercare qualcosa che non mi riesce di trovare, di descrivere.

Mi viene da pensare a volte che siamo figli di un sistema sociale che è grande fratello indecente,

non solo quello che è in tv stasera (nonostante tutto), non solo quello che è anche al governo in questo paese (nonostante poco in verità!),

ma un generale capo che dall’alto tutto osserva e tutto avvalla.

Soprattutto i porci comodi!

o forse siamo  solo, e più semplicemente,  figli metaforici e anche no, di tante teste di cazzo!Senza decenza, etica.

Oggi ho visto piccole e enormi tragedie passare nelle vite della gente,

ho visto o almeno ho letto, di una vita che “finalmente”  e scusatemi l’avverbio (e un pò forte lo so da me), se n’è andata.

Domani leggerò di tutte le polemiche e le accuse di quelli che sanno a memoria il diritto divino, e degli altri che  fingono di conoscere quello civile

tutti  scordano sempre il perdono …e la pietà, quella per gli altri almeno.

Alla fine una canzone ho cominciato a cantarla, faceva pù o meno così:

Ma adesso che viene la sera ed il buio
mi toglie il dolore dagli occhi
e scivola il sole al di là delle dune
a violentare altre notti:
io nel vedere quest’uomo che muore,
madre, io provo dolore.
Nella pietà che non cede al rancore,
madre, ho imparato l’amore.




Read Full Post »

Prof. Dott.

Guido Tersilli Primario della Clinica Villa Celeste convenzionata con le Mutue.

Prof. Dott.

Silvio Berlusconi Primo Ministro della morinda Italia non convenzionata col resto del Mondo…

Ma chi è?

-Un nevrotico, un nostalgico!

-e legateglie il braccio no?

…ecco cucitegli anche la bocca no???

Read Full Post »

.

sono colpevole d’aver nutrito l’amore e altre deviazioni…

Read Full Post »

Fantasia da solitudine mattutina

images

Cosa staranno facendo…proviamo ad immaginare.

Una sarà in procinto di salire sull’autobus, che Lello oggi lo lascia a casa, piove lì a Roma o è fortemente a rischio pioggia. Lei non avrà per questo rinunciato a mettere su una delle sue coloratissime collane, magari abbinata a qualche bracciale portentoso. Ecco, sì, la vedo, sale sull’autobus che la porterà a lavoro…come è bella con la sua borsa sottobraccio, l’mp3 nelle orecchie, il libro, la mela. Non manca niente.

E l’altra dove si trova? Ma sì, c’è, c’è, un attimo che la inquadro! Stamattina – giornata importante – ha superato il “fastidio fisico” fresco fresco di giornata, ha lavato i capelli, li ha ben sistemati e, in dolce compagnia radiofonica, alle 8 di mattina era già salita e scesa da un paio di autobus cittadini…e ora? E’ lì, in attesa, rosicchia un po’ le mani, come suo solito. Ma non fatevi ingannare…non è stressata più del solito. Questi sono gli ultimi momenti di attesa, tranquilla.

Read Full Post »

COPIO E INCOLLO

loisPoche sono le cose così povere di fascino nella vita come l’inoltrare il proprio curriculum vitae a qualcuno, azienda o persona fisica che sia, accompagnandolo con una lettera di presentazione.

Gentilechiseitu, questa sono io, nella vita (breve o lunga, leggera o pesante dipende dai singoli), finora ho fatto questo non avendo potuto fare altro..

In riferimento a quanto in oggetto, avrei da aggiungere questo paio di informazioni.

Ho tanta voglia di imparare o devo farmela venire per forza; questa è la mia faccia (la foto l’ho scelta apposta) e se volete, mi faccio prestare una giacca, mi accollo 12/36 ore di mezzi pubblici per raggiungervi e per ripetervi le stesse cose che stanno scritte sul mio cv: che cioè sono tizia nata in un stanza d’ospedale di un qualsiasi posto nel mondo, che a scuola ho fatto questo e all’università più o meno la stessa cosa, che sono stata brava per certi versi e meno per altri, che di lavoro faccio cose che gli umani non potrebbero immaginare o che almeno io, da umana, non potevo immaginare di fare…e questo è tutto.

Cosa mi aspetto di trovare? niente, lo stipendio a fine mese, sulle coordinate bancarie che prontamente vi inoltrerò, per ritornare a Berlino (o andare a Dublino) e pagarmi l’affitto (questa è storia che puzza di già detto)..investire nella musica e su un nuovo lettone da occupare con un libro tra le mani. Non so se son capace di brainstorming, ma se è possibile proverei a pensare a idee staordinarie dopo aver ingerito gli spinaci di Braccio di Ferro. Credo di riuscire a interloquire con qualcuno senza azzannarlo alla giugulare e che la forza del gruppo sia nel fatto che ognuno è capace di avere una vita sociale indipendentemente dal posto in cui lavora.

Non vi parlo dei miei interessi perchè ve ne frega poco, ma se proprio ci tenete, vi dirò che vado al cinema a vedere film di cui non vi importa, che leggo libri di cui vorrei scrivere io e che ascolto musica in completa collisione di generi.

So cose che mi fanno sentire autistica e altre che se anche la società conosce, io ignoro. La fede politica non è cosa che debba essere oggetto di conversazione, quella calcistica nemmeno.

Non posseggo neanche un tailleur, ma ho uno splendido vestito nero, che le amiche dicono mi stia a pennello e che potrei ricicciare per qualche vostra inutile riunione cui presenzierò.

Al massimo potrei chiamare qualcuno e, smerciandogli una certa qual cifra, vi potrei far dire che in fondo sono un essere meraviglioso.

Però per piacere, non fatemi compilare form e non aspettatevi che dica qualcosa di intelligente, perchè certe volte, e oggi scrivendo queste cose, mi sento stupida.

cordialità


Nota a margine: da “lafamigglia”15/12/2007…della serie è il tuo corpo che cambia…il resto pare di no…tranne il vestito nero che  adesso  è stato sostituito da uno viola!

Read Full Post »