Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for maggio 2010

…pure nel cognome

da Repubblica di oggi(che vale pure per domani):
La fascia che va dai 15 ai 29 anni è stata falcidiata dalla disoccupazione, avendo per lo più contratti atipici. Oltre due milioni i NEET: non lavorano, non studiano, non si formano.

La fascia che invece va dai 30 in sù,falcidiata dalla disoccupazione, ha per lo più contratti atipici. Svariati milioni di questi, non lavorano, non studiano, perchè non ne hanno più l’età, formano un buco nel muro a forza di sbatterci la testa.

Bamboccioni per forza, impotenti a prescindere dal titolo di studio…figurarsi a non averlo, un laureato conta meno di un cantante, s’era sbagliata la signora mamma.

Palindroma e bambocciona per forza, titolo di studio impotente, cantante sotto la doccia.
Questo il mio quadro personale di fronte allo specchio.

Guardandomi mi son detta:
amarla…l’amo da più tempo
fedele…nei secoli fedele
in fondo lui l’ha mollata…
io fra due giorni disoccupata
un breve ma onesto cv con le palle ce l’ho anche io.
mi chiedevo, e chiedo…e mica un problema di h?
perchè guardi Sig. Massimo Moratti…l’h da’ste parti non è proprio un problema…
io son libera, non ho difficoltà, se vuole l’Inter ‘st’ altr’anno l’alleno io.
che una k nel cognome,fa esotico e ce la mettiamo sa?

Read Full Post »

se io avessi previsto tutto questo

….di sicuro farei lo stesso.
AMALA,PAZZA INTER AMALA!

…e a’culo…tutto il resto!

Read Full Post »

Come le fenici

Risorgiamo dalle ceneri delle nostre sigarette che non bruciano più.
Mesi, tanti. Forse fino a fare un anno.
Si cambia, si vive, ci si vede meno.
C’è chi viene più spesso nella Capitale,
chi più spesso se ne va,
chi ci resta con piccole fughe ai Castelli.
C’è chi ha eletto come suo domicilio un Villaggio,
Chi sta per abbandonare il suo di sempre,
trasferendo la Locanda che da tanto non funziona più.
Colpa dei fast foods, forse.
Ma più palesemente dei fast weddings…o simili.
E c’è chi vorrebbe mettere i suoi piedi un pò più su,
per avere così sempre la testa tra le nuvole e il cuore nello zucchero.

Ci si muove, in ogni caso.
Nonostante l’apparente immobilità di queste pagine.
Nonostante la precarietà delle nostre vite. O forse proprio per quello.

Read Full Post »